Il riparto del Fondo per le politiche sociali

1' di lettura 21/02/2022 - La Regione Piemonte ha approvato il riparto degli oltre 28 milioni di euro del Fondo nazionale per le Politiche sociali relativo al 2021, con cui vengono finanziati 48 enti gestori.

Metà delle risorse dovranno essere usate per azioni a favore delle famiglie e dei minori in situazione di vulnerabilità e 450.000 euro finanzieranno un programma per la prevenzione dell'allontanamento dei minori dalle famiglie, destinandone una parte alle dimissioni protette e alla supervisione degli operatori sociali. È stata inoltre attivata una piattaforma che permette di digitalizzare il processo di rilevazione della spesa degli enti gestori, che devono rendicontare attività e prestazioni.

Nel confermare che “le famiglie, i bambini e gli adolescenti saranno sempre al centro della mia azione politica”, l’assessore regionale alle Politiche sociali Chiara Caucino evidenzia che “è importante il controllo capillare sulla spesa, che consentirà la massima trasparenza a tutto vantaggio dei nuclei più fragili” e che il provvedimento costituisce “una fondamentale boccata d’ossigeno per gli enti gestori piemontesi che si sono distinti per efficienza e per i servizi offerti alla popolazione, in particolare ai più fragili. La scelta di destinare metà dei fondi a famiglie e minori non è casuale ma strategica, e rientra nelle politiche che in questi anni sto portando avanti e che continuerò a sostenere per agevolare i nuclei più fragili e i più piccoli che hanno bisogno sempre più di essere al centro della nostra azione politica”.

In allegato PDF il riparto delle risorse.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2022 alle 16:05 sul giornale del 22 febbraio 2022 - 117 letture

In questo articolo si parla di attualità, piemonte, Regione Piemonte, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cM9j





logoEV
qrcode