SEI IN > VIVERE CUNEO > CRONACA
articolo

Racconigi: frode fiscale e false fatture, arrestato imprenditore

1' di lettura
14

I finanzieri della Tenenza di Fossano hanno arrestato un imprenditore di Racconigi operante nel settore della carpenteria metalmeccanica per frode fiscale, con un giro di fatture false per 1 milione di euro.

Le indagini svolte dai finanzieri della Tenenza di Fossano hanno fatto emergere un articolato sistema di evasione delle imposte, perpetrato attraverso la costituzione di una ditta individuale che aveva come unico scopo quello di emettere false fatture per circa un milione di euro. In pratica l'imprenditore ideatore della frode emetteva false fatture relative a prestazioni lavorative nei confronti di altri imprenditori che pagavano.

Il denaro così ricevuto veniva poi restituito “sotto banco” agli imprenditori compiacenti. Tale condotta permetteva sia all’imprenditore di Racconigi che alle imprese destinatarie delle false fatture di ottenere un vantaggio fiscale: per il primo quello di trarre profitto illecito in misura pari all’imposta sul valore aggiunto (IVA), per i secondi, quello di contabilizzare costi “fittizi” permettendo così di abbattere l’imponibile da sottoporre a tassazione e di dichiarare un credito IVA non spettante (quindi ottenendo un risparmio d’imposta sia ai fini delle imposte dirette che dell’IVA).

Gli amministratori della società beneficiarie della frode, posti di fronte alle risultanze delle indagini e non riuscendo a fornire idonei elementi giustificativi in merito alle operazioni commerciali contestate, hanno ammesso la propria responsabilità ed hanno provveduto a pagare i loro debiti all’Erario per circa 700.000 euro.



Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2023 alle 18:30 sul giornale del 04 novembre 2023 - 14 letture






qrcode